Le fotografe italiane: Lisetta Carmi – A2

Lisetta Carmi è una fotografa italiana, nata a Genova nel 1924. Studia e lavora come pianista, ma negli anni ’60 lascia la carriera da musicista per fare la fotografa.

La sua famiglia è di origini ebraiche, e dopo la Seconda Guerra Mondiale, Lisetta Carmi visita diverse volte Israele, e viaggia anche in Afghanistan e in India. In India conosce lo yoga e si appassiona alla sua filosofia. Nel 1979 fonda anche un ashram a Cisterino, in Puglia.

È famosa per le sue fotografie sul tema del lavoro e della prostituzione dei travestiti genovesi, ma anche per i ritratti a famosissimi intellettuali italiani e internazionali, come gli scrittori Ezra Pound, Leonardo Sciascia, Alberto Arbasino, l’artista Lucio Fontana e molti altri.

Travestiti, Genova, 1965-1971 © Lisetta Carmi

Negli anni ’80 lascia la fotografia, ma i suoi lavori continuano a interessare il pubblico. Il regista Daniele Segre, nel 2010, le dedica il film Lisetta Carmi, un’anima in cammino.

Se ti è piaciuto questo articolo e ti interessa la fotografia, here trovi la storia di un’altra famosa fotografa italiana.


SCOPRI CHI SIAMO

DA(V)VERO ITALIANO

CONDIVIDI!


Le fotografe italiane: Letizia Battaglia – A2

Letizia Battaglia è la più famosa fotografa e reporter italiana. Nasce nel 1935 a Palermo, in Sicilia, dove vive ancora oggi. È molto conosciuta per i suoi reportage sulle vittime della mafia e sui quartieri poveri della sua città.

Nel 1969 comincia a lavorare come fotografa per il giornale L’Ora (oggi diventato IL GIORNALE). Nel 1980 diventa famosa in tutto il mondo per la foto di una bambina con in mano un pallone. La foto è in bianco e nero, e la bambina è al centro dell’immagine e guarda direttamente in camera.

Il bianco e nero sarà una scelta che caratterizzerà tutta la sua produzione.

Nel 1992 la mafia uccide il giudice antimafia Giovanni Falcone. A questo punto Letizia Battaglia lascia per qualche anno la fotografia, perché non può più vivere e vedere tanta violenza.
Negli anni 2000 torna alla fotografia, ma nel 2003 lascia l’Italia e va a vivere a Parigi. Ci resta però solo due anni: nel 2005, infatti, ritorna a Palermo perché, dice, “La mia vita è in Sicilia”. E proprio a Palermo nel 2017 fonda il Centro Internazionale di Fotografia, a metà fra la il museo e la scuola di fotografia.


SCOPRI CHI SIAMO
DA(V)VERO ITALIANO



Condividi!